CHIESA E CHIOSTRO DI SAN PATERNIANO

san paterniano - Fano3

Il complesso monasteriale, attribuito senza prove a Jacopo Sansovino, venne edificato a metà del XVI secolo. Fu dedicato al patrono della città e la chiesa fu consacrata nel 1558. L’esterno non fu mai ultimato ma è arricchito dal Portale di provenienza michelangiolesca dello scalpellino Jacopo Bambagiani da Venezia. All’interno sono presenti tre navate e si possono apprezzare vari dipinti di  Alessandro Tiarini, Carlo Bonone, Giambattista Ragazzini, Claudio Ridolfi, il Cavalier d’Arpino, Gian Giacomo Pandolfi e Bartolomeo Fiangolini. La cappella a destra del presbiterio, dono sono salvaguardate le ossa del Santo e l’antico sarcofago tardo-romano in cui sono state contenute per secoli è affrescata da Antonio Viviani; nella cupoletta dell’anticappella un altro affresco di Sebastiano Ceccarini. Giovanni Battista Ragazzini eseguì nel 1556 l’affresco della cupola e del catino absidale. Al lato sinistro della chiesa vi è un chiostro con ventiquattro colonne corinzie realizzate dal milanese Giovanni Bosso. Il puteale centrale è opera del veneziano Jacopo Bambagiani.

san paterniano - Fano4 san paterniano - Fano2


Visualizzazione ingrandita della mappa