Il Viaggio nel Tempo – Mostra del fanese Perelli a Candelara

IL VIAGGIO NEL TEMPO

– opere del fanese Giordano Perelli –

Sala del Capitano – Castello di Candelara

da Domenica 5 Luglio a Domenica 26 Luglio 2015

Stampa di fax a pagina intera

La Pro Loco di Candelara ha il piacere di invitare la cittadinanza e gli appassionati d’arte all’inaugurazione della mostra monografica “Il viaggio nel tempo”, opere del fanese Giordano Perelli. L’inaugurazione avverrà alla presenza dell’artista domenica 5 luglio 2015, alle ore 21.15, presso il giardino dell’ex-chiesa di San Francesco, all’interno del castello di Candelara. L’introduzione critica è a cura di Lorenzo Fattori, curatore della rassegna “CandelarArte”.

Perelli, classe 1943, ha il primo contatto con l’arte in età molto giovanile dilettandosi a copiare piccole pitture da Luigi Bartolini. Frequenta l’Istituto Statale d’Arte di Fano, il Magistero di belle Arti di Urbino (la nota scuola del libro) e quindi l’Accademia di Belle Arti. Nel 1995 inizia una collaborazione con il Centro Internazionale della Grafica di Venezia con corsi e seminari sulle tecniche sperimentali della calcografia. Nella sua carriera professionale ha ricoperto diversi incarichi di insegnamento riguardanti il campo dell’arte e del disegno; come incisore-stampatore negli anni Settanta ha collaborato con le Edizioni d’arte “La Pergola” di Pesaro e con la rivista di cultura marchigiana “Il Leopardi”.
Per la prima volta CandelarArte ospita una mostra interamente dedicata alla grafica. L’esposizione si divide in due sezioni: la prima dedicata alla produzione incisoria di Perelli e la seconda dedicata al libro d’arte.
Tecnicamente l’incisione perelliana è quella classica della nostra tradizione, fatta con acidi, inchiostri e torchio; ma in questo caso l’artista ha saputo creare un suo linguaggio iconografico evolvendo dalle radici della tradizione, in particolare quella urbinate. L’esperienza storica, quella del passato, è continuamente richiamata e messa confronto con l’oggi; l’incisione calcografica ha più di cinque secoli di vita: Perelli la fa rivivere oggi. Spesso rileva contaminazioni con la fotografia.
Perelli è affascinato dal libro nel suo aspetto “naturale”: tante pagine con lettere e immagini, tanti fogli legati assieme. Il libro-oggetto, che non ha più la sua naturale funzione, quella di essere letto e sfogliato, diventa pittura, scultura e contemporaneamente mistero. Le incisioni possono essere tavole libere, ma anche pagine di libro. Perelli, frequentatore di mercatini, acquista libri d’antiquariato sui quali successivamente interviene pittoricamente tanto sulle copertine quanto sulle pagine. Le illustrazioni sono quelle tipiche della sua ricerca. Soggetti della sua arte spesso sono visi di donne o soggetti naturali. In mostra anche una rappresentanza della serie di libelli “Nuove Carte”, un’edizione inventata dallo stesso Perelli nel lontano 1973; piccole edizioni d’autore a tiratura limitatissima nate come oggetto di scambio di saluti e di auguri tra amici, scrittori, artisti, editori di tutto il globo in cui l’incisione accompagna ed illustra lo scritto di un poeta.

La mostra rimarrà allestita presso la Sala del Capitano di Candelara da domenica 5 luglio 2015 a domenica 26 luglio 2015 con il seguente orario di apertura:
• venerdì, sabato e domenica dalle 17 alle 19
• venerdì e domenica dalle 21 alle 23.
Sarà possibile richiedere visite per singoli o gruppi anche in altri orari contattando il curatore della mostra o la Pro Loco. La presente mostra ha ottenuto il patrocinio della Regione Marche, della Provincia di Pesaro e Urbino, del Comune di Pesaro e del Consiglio di “Quartiere n. 3 delle colline e dei castelli”.

Durante l’inaugurazione della mostra sarà proiettato il terzo video del ciclo “CandelarArte caffè” dedicato alla stesso Perelli.

Sul sito www.candelara.com potrete trovare il calendario completo delle nostre iniziative!