Marche e esports: un binomio di successo

Marche e esports: un binomio di successo

Photo by BagoGames / CC BY 2.0

Ormai gli esports si possono considerare come una delle più belle rivelazioni nel mondo dei videogame nel corso degli ultimi anni. Tutto merito del vero e proprio boom di alcuni titoli e della modalità di gioco sul web, che permette a utenti lontani migliaia e migliaia di chilometri di sfidarsi senza alcun problema, collegando ad esempio giocatori delle Marche con degli utenti cinesi o americani, in modo originale, rapido e divertente.

Non è certamente un caso se tutti gli eventi organizzati negli ultimi tempi, compreso quello più importante durante la Milano Games Week 2019, ha riscontrato un successo veramente clamoroso, a testimonianza di questa nuova disciplina sportiva digitale sia sempre più diffusa e apprezzata, ma soprattutto come abbia dei margini di miglioramento e delle potenzialità, anche dal punto di vista economico, che vale certamente la pena esplorare.

Ormai realtà consolidata globale con i loro ricchissimi montepremi, gli esports si stanno facendo strada anche nelle Marche dove iniziano a emergere i primi team ufficiali di videogiocatori professionisti. Non è certamente un caso la nascita del team esports Futsal ASKL, che ha cominciato questa avventura con un grande entusiasmo. Un’idea che ha preso piede oltre dodici mesi fa, che è diventato realtà grazie alla collaborazione con la Futsal ASKL e, soprattutto, del presidente Massimo Cottilli, che ha scelto di credere in questo progetto.

E, in questo modo, è nato un bel movimento, con il team che non è stato ancora completato, ma che va sempre alla ricerca di giocatori di qualità e di talento che sono interessati a prendere parte a tornei e ad eventi vari. Per poter prendere parte a una di queste manifestazioni, è importante mettere in evidenza come sia necessario aver sottoscritto la tessera Gec, che viene emanate da parte di ogni singola società affiliata, il cui rinnovo avviene alla fine di ogni anno.

Marche e esports: un binomio di successo

Photo by Redazione Fuorigio.co / CC BY-SA 2.0

Gamer Village e Milano Games Week 2019

Un po’ in tutte le regioni questo movimento sta prendendo piede, come dimostra il grande successo ottenuto da Gamer Village, ovvero il tour nazionale legato proprio ai videogiochi che, quest’anno, è riuscito a raccogliere qualcosa come 5000 iscritti. Uno degli ultimi appuntamenti organizzati da Gamer Village si è svolto proprio nelle Marche, presso il Centro Commerciale Girasole a Fermo, nel weekend del 5-6 ottobre.

In questa due giorni dedicata ai videogiochi, sono state predisposte la bellezza di 12 postazioni gaming, in modo tale da poter alternare tornei e gioco libero. Tali postazioni potevano contare sulla presenza di numerose console: si trattava di PS4, PS VR e Nintendo Switch. Tanti i giochi a disposizione dei videogiocatori per potersi sfidare, ma anche per potersi semplicemente divertire con il gioco libero. I titoli presenti erano ben noti a tutti coloro che amano l’universo videoludico, dal momento che ci si poteva divertire con Fortnite, Dragon Ball FighterZ, Mario Kart 8 Deluxe e VR Experience. Non solo, visto che è stata lanciata anche una novità unica nel panorama di Gamer Village, ovvero eFootball PES 2020. Si tratta del recentissimo titolo di simulazione calcistica, che è stato lanciato da poche settimana e che comprende pure la licenza della Juventus in via del tutto esclusiva, grazie ad un’intesa che è stata raggiunta tra Konami e la società bianconera.

Come detto, in precedenza, però, sono numerose le realtà marchigiane che si stanno mettendo in mostra nel mondo videoludico. L’ultima, ma certamente non in ordine di importanza è la squadra di Senigallia LEGIO X, che si porta a casa un titolo importantissimo, ovvero quello di Campione d’Italia di “Call of Duty”, conquistandolo nel corso dell’edizione 2019 della Games Week di Milano.

La Legio X si può considerare a tutti gli effetti una multigaming che è sorta due anni or sono, grazie al lavoro e all’impegno di due fan di sport virtuali: adesso può contare sulla bellezza di 70 utenti che si cimentano in sfide e tornei a livello internazionale. Uno dei team di punta della società di Senigallia, quindi, ha trionfato nelle fasi finali di Call of Duty, ovvero Legio IXI Vizion, mentre l’altra compagine, Legio IXI Gunners, che fa parte della medesima società ha terminato al quarto posto nonostante venisse indicata dagli addetti ai lavori come la favorita, dopo aver guidato in modo dominante il campionato praticamente fino alla fase finale.